Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Committente Eurometro Londra per Ministero dei Trasporti Algerino
Impermeabilizzazione Drytech International
RISANAMENTO METROPOLITANA, ALGERI / Drytech si aggiudica l’appalto per il risanamento di una tratta di 4 km della metropolitana di Algeri. I lavori di impermeabilizzazione di 5 tunnel e 5 stazioni sono terminati nel luglio scorso.

La Linea 1 della metropolitana costeggia la Baia di Algeri e sarà inaugurata nel 2009, a 20 anni dalla posa della prima pietra. I treni sotterranei della capitale algerina trasporteranno 110 milioni di passeggeri all’anno.
La vicinanza al mare espone la struttura a un battente di falda di 6-8 metri.

In fase di costruzione sono stati impiegati diversi sistemi per impermeabilizzare tunnel e stazioni, ma nessuno di questi riuscito a garantire il 100% di impermeabilità. Da qui la necessità di un intervento di risanamento definitivo. Il Ministero dei Trasporti algerino, responsabile del progetto Metró Alger e rappresentato dalla Louis Berger Group Inc., ha incaricato la Società Eurometro - consulenti londinesi specializzati nel settore delle metropolitane - di individuare una soluzione al problema delle infiltrazioni.

Dopo un’indagine a livello mondiale, Eurometro ha proposto il Sistema di Risanamento Drytech, basato su iniezioni dall’interno della struttura di resina acrilica DRYflex.

Le caratteristiche della struttura
Il tunnel della Linea 1 realizzato con conci in calcestruzzo impermeabile della lunghezza di 10 metri. I settori sono collegati tra loro alternativamente da 2 giunti di ripresa (R) e un giunto di movimento antisismico (MAs).

(...10 m > R < 10 m > R < 10 m > MAs < 10 m...)

Per impermeabilizzare i giunti di ripresa dei conci e quelli di movimento antisismici in fase di costruzione erano stati inseriti dei nastri waterstop. In questo caso l’impermeabilità era stata garantita solo nel 45% dei giunti.

I giunti di ripresa delle strutture adiacenti, delle stazioni, dei condotti di ventilazione etc., erano stati invece impermeabilizzati con giunti espansivi bentonitici, la cui espansione si tuttavia rivelata limitata rispetto al ritiro del calcestruzzo, rendendo il giunto permeabile all’acqua.

Anche le riprese di getto in corrispondenza delle prese d’aria presentavano delle infiltrazioni. Gli sbalzi termici a cui sono naturalmente esposte producono dei movimenti strutturali che spaccano il poliuretano utilizzato per impermeabilizzarle.

Il poliuretano, infatti, essendo semirigido e adesivo, subisce i movimenti della struttura e, quando sono particolarmente ampi, si crepa o perde adesione.

Nel calcestruzzo, infine, si erano prodotte delle fessure di ritiro che rappresentavano altrettanti punti di permeabilità della struttura.

L'intervento stato catalogato in modo minuzionso con il REAL: un software produce una ricostruzione virtuale della struttura risanata, contenente tutte le informazioni relative all’intervento di risanamento. Un archivio incorruttibile che consente una consultazione rapida e interattiva di immagini e dati relativi ai singoli interventi compiuti. Il REAL un software sviluppato dalla SIR di Torino (una spin-off del politecnico piemontese, www.sir.to.it) in collaborazione con Drytech.

Drytech®

Drytech® è l'esperto di riferimento per l'impermeabilizzazione in falda di architetti, ingegneri, imprese ed enti.

Dal 1963 ci occupiamo esclusivamente di strutture impermeabili e risanamenti, operando direttamente nei cantieri di tutta Europa.


Contact

Drytech International
+41 91 960 23 49
info@drytech.ch