Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Slide1 background
Progetto Stefania Saracino e Franco Tagliabue Architetti, Bolzano/Como
Struttura Ing. Giovanni Periotto, Trento
Energia Energytech Ingegneri, Bolzano
Foto Davide Cornacchini, Venezia
Costruzione Damiani-Holz&Ko, Bressanone
Impermeabilizzazione Drytech Italia, Como
Vasca Drytech 725 m²
CASA RIGA, COMANO TERME / Progettare la casa per una famiglia di agricoltori e l’agriturismo per i loro ospiti all’interno di un’azienda agricola, senza interrompere la preziosa continuità di un paesaggio alpino fatto di frutteti e prati in pendio.
Richiesta ambiziosa, alla quale lo Studio Stefania Saracino e Franco Tagliabue Architetti ha dato una risposta radicale, incastonando la Casa Riga direttamente nella montagna alle porte di Comano Terme, in Trentino.
La topografia della tenuta è diventata il criterio per la collocazione dell’opera, che sorge in prossimità di un terrazzamento e alla confluenza di accessi e viabilità esistenti, per un consumo del terreno praticamente nullo. L’intervento si risolve così con pochi segni nel paesaggio: l’incisione del pendio e le aperture dei patii, il prato che continua sulla copertura, i fronti vetrati protetti da un aggetto. Invece di aggiungere volumi sul terreno, i due architetti di Bolzano hanno prodotto un’architettura invisibile da monte e percepibile da valle solo come un taglio orizzontale che, per altro, riflette i colori e i toni della natura circostante.
Le due unità - residenza dell’agricoltore e struttura di accoglienza - formano un unico insediamento, ma sono distinte dalla diversa esposizione: a ovest l’abitazione - con un clamoroso affaccio sulla vallata -; a sud, verso il rio e il bosco, il fronte vetrato delle sette camere dell’agriturismo. La sala delle colazioni svolge la funzione di snodo e collegamento tra le due destinazioni.
La struttura è integrata nell’ambiente anche a livello energetico, grazie ai sistemi di climatizzazione passivi per il controllo dell’apporto calorico e ai patii che garantiscono il massimo sfruttamento dell’illuminazione naturale degli ambienti interni.
La profondità dell’aggetto - progettata in base alle traiettorie solari - assicura un opportuno ombreggiamento delle camere durante il periodo estivo e un irraggiamento adeguato in quello invernale.
Le strutture a contatto con il terreno, platea e muri controterra, sono state realizzate con il Sistema Vasca Drytech: una struttura singola in calcestruzzo impermeabile, con dettagli sigillati mediante iniezioni di resina DRYflex, un gel elastico ed espansivo che sigilla per pressione giunti, attraversamenti e fessure, saturando ogni dettaglio per l’intero spessore della struttura. Un’impermeabilizzazione senza compromessi, integrata senza soluzione di continuità con le strutture esterne, rivestite con materiali locali per l’armonico inserimento dell’opera nel paesaggio. Le parti murarie a vista, ad esempio, sono rivestite in pietra locale recuperata dai terrazzamenti presenti nella tenuta.
Le soluzioni adottate hanno permesso di classificare l’edificio Casaclima Oro. L’involucro in legno a pannelli portanti, fortemente isolato, ha consentito un utilizzo limitato degli impianti tecnologici. Oltre ai sistemi di accumulazione passiva dell’energia solare, l’edificio è riscaldato e raffrescato da una pompa di calore a bassa entalpia, accoppiata a sonde geotermiche verticali.

Drytech®

Drytech® l'esperto di riferimento per l'impermeabilizzazione in falda di architetti, ingegneri, imprese, immobiliari ed enti pubblici.

Dal 1963 ci occupiamo esclusivamente di strutture impermeabili e risanamenti, operando direttamente nei cantieri di tutta Europa.


Contact

Drytech International
+41 91 960 23 49
info@drytech.ch